I SOFFIATORI E ASPIRA ACQUA IN METALLO POSSONO ESSERE PERICOLOSI


Siamo dispiaciuti a dover fare una pagina di informazione tecnica cosi basilare e ovvia ma guardando la realta’ del mondo delle Toelettatura si osserva molta ma molta ignoranza sui semplici concetti elettrici e sulle normative.
Sul mercato ancora oggi ci sono prodotti non a norma CE (nonostante ci mettono il marchio)  proposti da rivenditori senza scrupoli omettendone le loro pericolosità.
Si ricorda che l’ambiente della toelettatura è un ambiente umido e quindi più pericoloso di altri ambienti di lavoro. Con l’elettricità si può morire.
Noi non siamo presenti sul mercato con rappresentanti e rivenditori per il semplice motivo che il costo di questi è il più delle volte superiore al valore del prodotto e in ogni caso lo dovreste pagare voi. Noi non vogliamo che compriate i nostri prodotti perché un rappresentante viene a pinocchiarvi con informazioni fasulle ma perché li avete scelti in modo oggettivo confrontandoli tranquillamente con la concorrenza. Per questo cerchiamo di darvi maggiori informazioni possibili e rispondiamo alle vostre e-mail.
I SOFFIATORI in questione non sono CINESI (questi sono in in regola ....magari sono meno duraturi ma SICURI ...i produttori cinesi non sono cosi stupidi).
I SOFFIATORI in questione sono Italiani , americani , e di altri paesi europei e il più delle volte sono anche molto costosi (senza motivo) forse per far credere che sono di qualità...
se costano cosi tanto ci sarà un motivo.... e invece sono solo una bella pinocchiata .



Le toelettature presentano, nei confronti dell' elettrocuzione, condizioni ambientali particolari che determinano un maggiore rischio rispetto agli altri locali in genere.
Come è noto, la corrente che, in caso di elettrocuzione, può attraversare il corpo umano, dipende (a parità di altre condizioni) fondamentalmente dalla sua resistenza e da quella verso terra della persona.
L'acqua, riduce notevolmente la resistenza del corpo, il cui valore dipende in modo prevalente dalla resistenza della pelle.
Inoltre anche la resistenza verso terra della persona può essere notevolmente ridotta (per la presenza di acqua sul pavimento, , ecc.).
Un ulteriore fattore di pericolo deriva dal percorso della corrente elettrica nel corpo; l’acqua della vasca può favorire il percorso mano-torace, con possibilità di innescare la fibrillazione ventricolare.
Gran parte degli infortuni che avvengono devono essere attribuiti alla mancata attuazione delle norme di prevenzione, alla inadeguatezza degli impianti ed all’uso sbagliato delle apparecchiature elettriche.

L'elettricità può determinare lesioni corporali di tre tipi: · shock elettrico; ustioni da arco elettrico; ustioni.

Nei casi più gravi questi infortuni portano all’arresto della respirazione ed alla fibrillazione ventricolare che solitamente porta alla morte della persona colpita dal passaggio di corrente.

Il passaggio della corrente nel corpo umano va sotto il nome di elettrocuzione
I rischi connessi all'uso dell'elettricità sono numerosi ed insidiosi perché “invisibili”: l’infortunio elettrico è silenzioso, con un solo morto folgorato alla volta, quindi non fa notizia tranne in casi eccezionali.
Non sempre si muore diventando piccoli secchi e neri, spesso la morte per folgorazione non è evidente in mancanza di testimoni; in questi casi il medico non indica come causa della morte la folgorazione, che a volte non risulta neanche dall’autopsia.
Esistono 2 tipi di contatto:
Contatto diretto, con una parte conduttrice normalmente in tensione. (ad es. un cavo elettrico scoperto ... NEGLIGENZA..).

Contatto indiretto la cui pericolosità deriva principalmente dal fatto che "si prende la scossa" toccando parti di attrezzature o masse metalliche che normalmente non dovrebbero essere in tensione (ad esempio la carcassa di un phon soffiatore metallico, la vasca metallica con aspiratore e soffiatore incorporato in classe 1) dovuto per esemp. a un cavo strappato o non ben isolato, un morsetto scoperto, una spina o una presa danneggiata o involucri rotti ; è quindi un contatto che avviene sempre senza nessuna precauzione che può costituire una fonte di pericolo.
IL PERICOLO DI CONTATTO INDIRETTO NON ESISTE PER I PHON SOFFIATORI IN CLASSE 2 DOPPIO ISOLAMENTO (SENZA PRESA A TERRA) COME I NOSTRI.

Attraverso le tubazioni dell’acqua o del gas, i ferri delle armature, ed in genere le masse metalliche presenti, è possibile che la corrente elettrica si trasmetta da un alloggio ad un altro e magari si può prendere la scossa mentre si tocca un phon soffiatore metallico in classe 1 con presa a terra dovuto ad un mal funzionamento avvenuto dal vicino .
Questo perché la presa a terra oltre che veicolari le scosse all’esterno può benissimo veicolarle verso l’interno  e quindi mettere in tensione le carcasse metalliche di phon soffiatori (con presa a terra) che sono perfettamente in buono stato e risultare in questa situazione  pericolosi.

Gli interruttori differenziali ad alta sensibilità (cosiddetti "SALVAVITA", con corrente differenziale Idn £ 0,03 A), riducono la probabilità di danni all'organismo umano, come leggete riducono la probabilità non sono infallibili soprattutto su ambienti bagnati , tanto è vero che in molti film si usa uccidere il marito o la moglie con il phon o radio nella vasca da bagno.
Acqua ed elettricita non vanno di accordo.

L’impianto di messa a terra ha la funzione primaria di convogliare verso terra le possibili correnti di dispersione dei macchinari elettrici ed evitare così che la corrente possa interessare il corpo umano, e serve soprattutto per permettere un corretto e tempestivo intervento degli interruttori differenziali.
Può anche succedere che in presenza di acqua sul pavimento o altre situazioni favorevoli siate voi a fare da cavo a terra perché in quella situazione siete più conduttivi della presa a terra stessa .
In questi casi Gli interruttori differenziali ad alta sensibilità possono non fare il loro lavoro di "SALVAVITA" e ci possono essere gravi conseguenze.

TUTTI QUESTI PROBLEMI NON ESISTONO PER I PHON SOFFIATORI IN CLASSE 2 DOPPIO ISOLAMENTO (SENZA PRESA A TERRA) COME I NOSTRI O QUELLI CINESI.

SI CAPISCE ANCHE CHE IL GRADO DI SICUREZZA DI UN PHON-SOFFIATORE IN CLASSE 1 (presa a terra) SIA INFERIORE A QUELLA DI UNO IN CLASSE 2 (senza presa a terra) .

SI CAPISCE ANCHE CHE UN PHON-SOFFIATORE IN CLASSE 2 SIA SEMPRE DA PREFERIRE AD UNO CON PRESA A TERRA.

Si ricorda inoltre che il Testo Unico sulla Sicurezza D.Lgs. n° 81 del 9 aprile 2008 ed il D.P.R. n°. 462/2001 nei luoghi di lavoro, consiglia i titolari dell’attività a scegliere l’attrezzatura più sicura possibile  per il proprio luogo di lavoro.


Normative europee  in vigore anche in ITALIA:

NORMA CEI 64-8 :
Divide la zona attorno ad una vasca da bagno in tre zone 
zona 1 : vietato qualsiasi apparecchio elettrico
zona 2 : area di 60 cm apparecchi in classe 2
zona 3 : oltre i 60 cm tutti gli altri apparecchi

NORMA elettrica cei En 60335-2-2 e più precisamente la variante cei En 60335-2-2/A2 recepita in Italia 01/11/2000 Norma di riferimento per gli aspira acqua e aspirapolveri in genere  :
scrive chiaramente che apparecchi aspiranti per la pulizia degli animali devono essere in classe 2 (senza presa a terra).

Mi sembra che c’è un’offerta  sul mercato di aspira acqua non in regola che magari si fregiano anche del marchio CE . 
Come avete letto la norma scrive che DEVONO e quindi non c’è altra soluzione  .
Per la normativa inoltre il cavo deve essere con spina pressofusa sul cavo.
Addirittura esistono vasche metalliche con inglobate aspira acqua in classe 1 ...
Si trovano in alcune  toelettature e addirittura in alcuni self-service.
Su queste attrezzature il rischio elettrico è altissimo ... si pensi al rischi di Contatto Indiretto che si diceva sopra ...è enorme...metallo , acqua, shampoo e elettricità ....più pericoloso non si può.
La cosa poi più incredibile che questi sistemi costano uno sproposito ...
...nel loro sito si dimenticano di dichiarare la loro classe di isolamento (classe 1 o 2) ...
...io penso che se uno ha un prodotto in regola è orgoglioso di comunicarlo ... o no?

NORMA elettrica cei En 60335-2-23  recepita in Italia 01/12/1998  Norma di riferimento per gli asciugacapelli a cui appartengono anche i phon-soffiatori per animali
COMPRESI QUELLI CON LA DIGITURA PROFESSIONALE O DA TOELETTATURA RIENTRANO IN QUESTA NORMA
( praticamente questa norma vale anche per tutti gli apparecchi in toelettatura )  :

Qui si distinguono in phon-soffiatori fissi e mobili . 
MOBILI non vuol dire portatili ma si intende che hanno la spina e si possono togliere dalla rete elettrica.
Mentre quelli FISSI si intende fissi alla rete elettrica, che non puoi staccare e sono installati da un elettricista.

La norma dice che i phon-soffiatori MOBILI devono essere in classe 2 (PRIVI DI PRESA A TERRA) e possono avere la spina.
I phon-soffiatori FISSI possono essere in classe 1 (con presa a terra) , senza spina e devono essere allacciati alla da un elettricista.

Si capisce che un phon-soffiatore con la spina è mobile e quindi deve essere in classe 2 ed avere la spina senza presa a terra.

Se invece un phon-soffiatore ha la spina con presa a terra non è in regola con il marchio CE oltre ad essere pericoloso... se espone il marchio CE si tratta di un tarocco perché si tratta di un phon-soffiatore mobile non a norme.

Quindi possono essere venduti phon-soffiatori in metallo con presa a terra ma devono essere privi di spina , devono riportare che devono essere allacciati alla rete in modo sicuro da un elettricista e che il funzionamento della presa a terra deve essere controllato periodicamente come da legge .
Se queste informazioni vengono omesse si vuol far credere al cliente che l’articolo sia sicuro come uno in classe 2 che è falso.

Ovviamente per pesare la serietà del costruttore o del rivenditore basta entrare nel loro sito e verificare se dichiarano la classe di sicurezza appartenente o la omettono.

Anche qui ci troviamo  davanti alla tecnica del prezzo molto alto direi uno sproposito ....
...costano cosi tanto perché sono di qualita’....   e invece sono anche pericolosi ....

Un phon-soffiatore in classe 1 deve costare meno di uno in classe 2 per un semplice motivo che spiega anche il fatto perché queste aziende non si sono aggiornate : per produrre un phon-soffiatore in classe 2 servono dei grossi investimenti in tecnologia e attrezzature, mentre per produrre un prodotto in metallo basta una sega e un piega ferro ... e se ne vendiamo pochi con la stessa attrezzatura ci mettiamo a fare cancelli.